Formato di un rendiconto finanziario

Esistono tre tipi di rendiconti finanziari per le imprese: conto economico, stato patrimoniale e rendiconto finanziario. Ciascuno di questi rendiconti finanziari mostra un aspetto diverso dell'attività. Tuttavia, per comprendere adeguatamente la salute finanziaria di un'azienda, tutti e tre i rendiconti finanziari dovrebbero essere studiati insieme. Ogni rendiconto finanziario può mostrare potenziali problemi o aree di debolezza che non sono evidenti nelle altre dichiarazioni. Esistono formati standard utilizzati per ciascuno dei tre rendiconti finanziari.

Conto economico di base

Il formato di base per un conto economico indica prima le entrate, seguite dalle spese. Le spese vengono sottratte dalle entrate per calcolare il reddito netto dell'azienda. Questa è la versione più semplificata di un conto economico che sarebbe utilizzata dalla maggior parte dei fornitori di servizi e da altri che non hanno un costo delle merci vendute per i servizi che utilizzano per creare un profitto. Se c'è un costo del venduto, il conto economico è un rendiconto più complesso.

Conto economico per vendita al dettaglio o produzione

Il conto economico di un negozio al dettaglio o di un'attività di produzione è molto diverso dal rendiconto di un'organizzazione di servizi. In questo conto economico, la prima riga indica il reddito o le entrate lordi, seguita dalla sottrazione del costo dei beni venduti o prodotti. Ciò fornisce un importo di reddito lordo.

La seconda sezione del conto economico elenca tutte le spese associate alle SGAV, o alla vendita, alle parti generali e amministrative dell'azienda. Questo viene sottratto dal reddito lordo per rivelare il reddito operativo. L'ultima sezione sottrae eventuali altre spese, interessi passivi e tasse per arrivare al reddito netto dell'attività.

Stato patrimoniale

Lo stato patrimoniale mostra le attività, le passività e il patrimonio netto dell'azienda. Il totale delle attività deve essere uguale alla somma del totale delle passività e del patrimonio netto. La prima sezione del bilancio elenca tutte le attività. Ciò include contanti, investimenti, proprietà immobiliari, attrezzature e altre partecipazioni aziendali. La sezione successiva elenca le responsabilità o ciò che l'azienda deve agli altri. Ciò includerebbe eventuali prestiti o conti da pagare. L'ultima sezione è il patrimonio netto, che è la differenza tra il totale delle attività e il totale delle passività.

Differenze di stato patrimoniale

Per una piccola azienda, l'organizzazione può avere un bilancio molto semplice come descritto sopra. Per un'azienda più grande, l'attività spesso la suddividerà in attività correnti e a lungo termine e passività correnti e a lungo termine. Le attività correnti si riferiscono a tutte le attività che possono essere rapidamente convertite in contanti, come investimenti a breve termine o conti correnti. Le attività a lungo termine sono quelle cose che richiederebbero più tempo per convertirsi in contanti, come attrezzature o immobili.

Le passività correnti sono quei debiti con scadenza entro l'anno successivo. Le passività a lungo termine sono quelle con scadenza superiore a un anno dalla data di bilancio.

Rendiconto di cassa

Un rendiconto finanziario mostra il flusso di cassa effettivo in entrata e in uscita dall'azienda. Molte aziende gestiscono la contabilità in base alla competenza temporale. Ciò significa che riconosceranno il reddito ricevuto da un contratto quando il contratto viene eseguito e non necessariamente quando viene ricevuto il denaro. Il rendiconto finanziario mostra quando viene ricevuto il denaro.

Il rendiconto finanziario può aiutare gli investitori e altri a determinare se l'azienda ha difficoltà a gestire il proprio flusso di cassa. Il formato del rendiconto finanziario inizia con il flusso di cassa dalle operazioni, seguito dal flusso di cassa dagli investimenti e dal flusso di cassa dalle operazioni. Ogni categoria mostra i contanti in entrata e in uscita dall'azienda. Il flusso di cassa finale dovrebbe essere uguale alla quantità di denaro che l'azienda ha a disposizione.