Definizione di un buon supervisore dei dipendenti

I supervisori lavorano a stretto contatto con i dipendenti di una determinata attività. Mentre alcuni supervisori agiscono come manager e dicono alle persone come svolgere il loro lavoro, altri lavorano come parte di un team e supervisionano con rispetto, lealtà e un tono di voce positivo. Spesso sono le piccole caratteristiche che definiscono un supervisore dei dipendenti buono e divertente. Piuttosto che dire alle persone come lavorare, un buon supervisore funge da ispirazione e fornisce una guida per i dipendenti che lavorano sodo.

Orientamento e formazione

I supervisori hanno spesso la responsabilità di formare e fornire orientamento ai nuovi dipendenti. Un buon supervisore forma i nuovi dipendenti in modo professionale ponendo domande per assicurarsi che il dipendente comprenda tutto ciò che viene insegnato. Inoltre, il supervisore insegna ai dipendenti in tono amichevole e risponde alle domande, anche se sembrano basilari o generali.

Assegna lavoro e compiti

Parte del lavoro di un supervisore consiste nell'assegnare e delegare compiti ai dipendenti. Piuttosto che dire alle persone cosa fare, un buon supervisore delega i compiti in base all'esperienza e agli interessi delle persone. Un supervisore deve consentire loro di svolgere i compiti che gli piacciono e dare voce ai dipendenti. Questo li fa sentire apprezzati. In cambio, si assumono la responsabilità dei compiti e i progetti saranno completati rispettosamente.

Prendendo iniziativa

Buoni supervisori prendono l'iniziativa per portare a termine il lavoro. I supervisori rispondono ai manager o ai capi dipartimento, ma i supervisori non devono sempre ottenere il permesso dai manager per svolgere il lavoro. Buoni supervisori portano a termine il lavoro delegando compiti, gestendo situazioni problematiche e rispettando il budget e le linee guida operative dell'azienda. Buoni supervisori informano anche i manager su aggiornamenti, progressi e attività completate.

Pensiero positivo

I supervisori devono diffondere positivismo tra i dipendenti per ispirare il duro lavoro e la crescita individuale. Piuttosto che vedere le difficoltà come problemi, i supervisori dovrebbero vederle come sfide. Inoltre, i bravi supervisori pensano in termini di come le cose possono essere fatte piuttosto che concentrarsi sul motivo per cui non possono essere completate. I supervisori sono anche aperti a nuove idee e consentono ai dipendenti di offrire feedback e input su nuovi progetti.

Persona persone

Dipendenti e manager devono comunicare con i supervisori senza temere o temere la conversazione. I supervisori devono essere persone persone e avere senso dell'umorismo. I buoni supervisori sono amichevoli, cordiali, disponibili e professionali. Devono dare critiche costruttive che lasciano i dipendenti motivati ​​invece che senza speranza, anche quando i compiti in questione sono incompleti.