Come diventare un imprenditore privato

Gli appaltatori privati ​​sono persone che vivono il sogno di lavorare in proprio. Come imprenditore privato, non hai un datore di lavoro, hai clienti. Sebbene in un certo senso questi possano essere come dei capi, più diversifichi le tue fonti di reddito, meno dovrai fare affidamento su un singolo cliente.

1

Identifica la tua area di competenza. Puoi essere un appaltatore privato che fa qualsiasi cosa, ma devi essere bravo, così bravo che i clienti si fidano di te per farlo solo con te stesso come supervisore.

2

Prova le acque con un solo cliente. Guarda come riesci a gestire il lavoro senza che nessuno ti guardi alle spalle. In qualità di imprenditore privato, i tuoi clienti si aspettano di più da te di quanto non farebbero i loro dipendenti. Questo è uno dei motivi per cui gli appaltatori privati ​​sono in grado di guadagnare di più in un'ora rispetto ai dipendenti standard. Assicurati di poter partorire prima di fare il grande passo.

3

Espandi la tua base di clienti. Avere un solo cliente, non importa quanto redditizio, è un pessimo piano aziendale. Diversifica i tuoi flussi di entrate in modo che nessun cliente crei o interrompa la tua vita come appaltatore indipendente. Puoi farlo controllando le bacheche di lavoro su Internet nel tuo campo o chiamando a freddo le imprese locali per vedere se hanno bisogno di aiuto da parte di imprenditori privati.

4

Lascia il tuo lavoro. Una volta che guadagni abbastanza per mantenerti attraverso i tuoi contratti privati, non avrai più bisogno di un lavoro. Dai il tuo preavviso di due settimane per rimanere in buoni rapporti con il tuo ex datore di lavoro e informa i tuoi clienti che ora hai più tempo per lavorare di più da loro.