Elenco dei problemi etici e legali durante la pubblicità

L'industria della pubblicità opera nell'ambito di rigide normative federali ed è monitorata dalla Federal Trade Commission. Anche con le leggi della verità sulla pubblicità in atto, gli inserzionisti hanno un ampio margine di manovra per violare gli standard etici di un'ampia gamma di consumatori. Gli inserzionisti devono essere particolarmente attenti ad agire in modo etico in ogni momento, prestando particolare attenzione quando fanno pubblicità ai bambini, pubblicizzano prodotti potenzialmente dannosi e utilizzano tattiche psicologiche per stimolare la domanda. Avere a portata di mano un elenco di questioni etiche e legali durante la creazione di annunci pubblicitari può aiutarti a creare messaggi pubblicitari legali e responsabili.

Verità nella pubblicità

La legge della Federal Trade Commission ha stabilito i requisiti per la verità nella pubblicità e ha creato la FTC per far rispettare le disposizioni della legge. Il Bureau of Consumer Protection's Business Bureau osserva che la pubblicità negli Stati Uniti deve essere veritiera, non ingannevole e non ingiusta. Gli inserzionisti devono inoltre disporre di prove a sostegno delle affermazioni che fanno.

La FTC definisce le dichiarazioni ingannevoli come quelle che possono indurre in errore i consumatori che agiscono ragionevolmente in circostanze normali e che possono influenzare le decisioni di acquisto dei consumatori. La FTC definisce gli annunci pubblicitari sleali come quelli che possono causare lesioni sostanziali e inevitabili durante l'utilizzo di un prodotto, a meno che il danno non sia superato dai benefici dimostrabili.

Pubblicità ai bambini

Sebbene la FTC attribuisca un'enfasi particolare alle leggi sulla verità nella pubblicità quando vengono applicate ai bambini, la legge consente una grande quantità di comportamenti non etici qui. L'ex commissario della FTC Roscoe B. Starek afferma che è improbabile che i bambini comprendano affermazioni o immagini esagerate, citando l'esempio che i bambini possono credere che un elicottero giocattolo venga completamente assemblato quando in realtà è richiesto il montaggio.

Questa interpretazione della legge ignora completamente le ramificazioni non etiche della pubblicità puramente legale, come costruire la fedeltà al marchio nei bambini prima ancora che capiscano cos'è un marchio, incoraggiare i bambini a sviluppare immagini di sé negative o attirare i bambini su prodotti che possono impedire lo sviluppo sociale. Il modo migliore per agire in modo etico in questo settore è fare pubblicità ai genitori, non ai bambini.

Pubblicità di prodotti nocivi

I diversi paesi guardano in modo diverso alla pubblicità di prodotti e servizi di vizio, trovando un equilibrio tra l'affidamento della responsabilità personale ai cittadini e la regolamentazione di ciò a cui i cittadini sono autorizzati a indulgere. Gli Stati Uniti regolano fortemente alcune forme di vizio, ne vietano altre e danno ad altri ancora una libera mano. Ad esempio, la pubblicità di sigarette è consentita solo su supporti specifici, escluse televisione e radio, mentre la pubblicità di alcolici è consentita su tutti i media.

Le aziende devono esaminare attentamente la vera natura delle loro linee di prodotti quando decidono se agiscono in modo etico come inserzionisti. Gli annunci televisivi di hamburger di fast food sono completamente legali ed efficaci per aumentare la domanda, ad esempio, ma i medici del 21 ° secolo stanno iniziando a trovare collegamenti tra fast food e un'epidemia di obesità nazionale. Gli annunci farmaceutici con elenchi di effetti collaterali, come altro esempio, sono spesso seguiti 10 anni dopo da annunci di avvocati per azioni legali collettive contro le aziende per lesioni illecite.

Tattiche pubblicitarie e sfide

Le tattiche pubblicitarie presentano ulteriori sfide etiche. Gli inserzionisti hanno a disposizione una serie di strumenti meno che etici ma legali, tra cui pubblicità subliminale, appelli emotivi, trarre vantaggio da individui meno istruiti, diffondere propaganda per campagne politiche e altre tattiche che gli inserzionisti etici si astengono costantemente dall'utilizzare. Alla fine della giornata, i consumatori saranno più attratti dalle aziende che non utilizzano tattiche subdole e psicologicamente manipolative per guadagnare il proprio business.