La differenza tra vendita al dettaglio e vendita diretta

Gli americani conoscono e riconoscono la vendita al dettaglio convenzionale. Ogni volta che qualcuno fa un viaggio al centro commerciale per una nuova maglietta o un libro, assiste alla vendita al dettaglio in azione. La vendita diretta, d'altra parte, avviene su scala molto più piccola. Il venditore diretto si concentra su un'esperienza di acquisto più personale che ruota attorno a una particolare marca di prodotti. Sebbene entrambe le tecniche possano generare un profitto ordinato, la vendita diretta può anche richiedere molto più gioco di gambe da parte di un venditore.

Definizione di vendita diretta

Secondo il sito web "Vendita diretta 411", la vendita diretta è "vendere un prodotto o un servizio in un metodo da persona a persona o da un piano di partito". Si differenzia dal marketing diretto perché avviene di persona, piuttosto che attraverso un altro mezzo come Internet o un catalogo. Le società di vendita diretta possono offrire un piano di compensazione multilivello, ma questo non è vero per tutti i marchi di vendita diretta. In breve, la vendita diretta sposta il livello di vendita al consumatore, piuttosto che costringere il consumatore a recarsi in un luogo particolare per acquistare.

Definizione di vendita al dettaglio

La vendita al dettaglio, invece, si svolge in un luogo particolare. Secondo la sua definizione, che il dizionario online Collins Reverso definisce "la vendita di beni ai consumatori individualmente o in piccole quantità", anche la vendita diretta conta come vendita al dettaglio. Per la maggior parte delle persone, tuttavia, l'acquisto al dettaglio consiste nell'andare in un negozio con più prodotti in esposizione ed effettuare un acquisto. Il negozio è sempre lì e le vendite non dipendono dall'organizzazione di una festa o da una chiamata speciale di vendita.

Pagamento e risarcimento

A differenza della vendita al dettaglio, i venditori diretti sono generalmente lavoratori a contratto indipendenti e non sono formalmente impiegati dalla società di vendita diretta. Le persone guadagnano attraverso la società fornitrice, che paga una percentuale del prezzo di vendita per ogni articolo venduto. Se la società ha anche una componente di compensazione multilivello, anche gli altri nella upline del venditore, o superiori, traggono profitto da ogni vendita. Non si applicano vantaggi, anche se il venditore lavora a tempo pieno. Nella vendita al dettaglio, la maggior parte dei lavoratori sono dipendenti formali e possono raccogliere benefici. Vengono pagati un assegno che include denaro stipendiato, orario o commissione o una combinazione di diversi metodi di pagamento.

Avvertenze

Sebbene la vendita al dettaglio sia piuttosto semplice, alcuni tipi di vendita diretta possono essere decisamente pericolosi per le tasche. La vendita diretta non al dettaglio, che si concentra sulla vendita di opportunità di business e investimenti, a volte può rivelarsi nient'altro che una frode. Secondo Robert L. FitzPatrick del sito web "Pyramid Scheme Alert", "Il modello non di vendita al dettaglio si traduce in tassi di perdita di oltre il 99% per tutti coloro che si iscrivono come" distributori indipendenti "o agenti di vendita". Pertanto, vale la pena ricercare accuratamente tutte le opportunità di vendita diretta prima di pagare qualsiasi quota di iscrizione, materiale o fornitore.