Che cos'è la motivazione del profitto?

Le organizzazioni possono essere classificate come aziende a scopo di lucro o organizzazioni senza scopo di lucro. I primi sono istituiti con lo scopo di realizzare un profitto attraverso la gestione di imprese commerciali, mentre i secondi sono impostati per raggiungere obiettivi estranei alla realizzazione di un profitto. Sebbene entrambi i tipi di organizzazioni condividano somiglianze, come ricevere entrate e sostenere spese, le aziende si distinguono dalle organizzazioni senza scopo di lucro per "motivazione al profitto", il che significa che sono gestite per guadagnare più entrate rispetto alle spese sostenute.

Mancia

Il motivo del profitto è l'intenzione di fare soldi dalle transazioni in cui un'azienda entra.

Le basi del profitto

"Entrate" è la somma che un'azienda guadagna vendendo i propri prodotti ai propri clienti. Al contrario, "spesa" è la somma che un'azienda spende sia per acquistare il prodotto che vende sia per eseguire le operazioni necessarie per vendere il prodotto. Le entrate meno le spese sono uguali al reddito dell'azienda, il che significa la variazione delle partecipazioni finanziarie dell'azienda. Se il reddito è positivo, si chiama "profitto"; se il reddito è negativo, si chiama "perdita".

Motivo di profitto

La motivazione del profitto è talvolta chiamata anche "motivazione del profitto". Si riferisce alla dichiarazione economica secondo cui le organizzazioni hanno bisogno di incentivi per essere persuase a rinunciare alle risorse che vengono investite nelle operazioni. Semplificato, ciò significa che le organizzazioni devono aspettarsi di ricevere qualcosa che valga più del loro investimento prima di essere disposte a investire. Nella maggior parte dei casi, ciò significa che l'organizzazione si aspetta di ottenere un profitto dalle sue transazioni e investimenti.

Motivo di profitto in relazione agli individui

Le singole persone sono simili alle organizzazioni in quanto hanno bisogno di incentivi sufficienti per essere persuase a mettere le proprie risorse ad uso di altri. Se non esistono tali incentivi, l'individuo conserva le proprie risorse e le utilizza a proprio vantaggio. Ad esempio, un dipendente deve essere retribuito con salario / stipendio e / o altre forme di compensazione, come benefici ed esperienza lavorativa, prima di essere disposto a fornire il proprio lavoro.

Motivo di profitto in relazione alle imprese

La motivazione del profitto definisce le imprese, il che significa che è una delle premesse fondamentali su cui vengono create e gestite le imprese. Le aziende si sforzano di guadagnare le entrate più alte possibili con una spesa minima per produrre i profitti più alti possibili da distribuire ai loro proprietari e / o investitori. La motivazione del profitto non è l'unico principio guida dietro le imprese e non è sempre l'obiettivo più importante a breve termine. Ad esempio, un'azienda potrebbe essere disposta ad assorbire minori profitti e persino perdite nel presente per rafforzare la propria posizione e aumentare la propria quota di mercato in modo da poter guadagnare maggiori profitti in futuro.

Svantaggi di un motivo di profitto

Il profitto è la motivazione di base per qualsiasi attività commerciale, ma deve essere temperato con umanità, rispetto ed etica. Esiste un reale pericolo per consentire alle aziende di funzionare esclusivamente sulla base dell'idea che di più è meglio. Senza una regolamentazione etica delle aziende, possono causare disastri ambientali, violazioni dei diritti umani e il sacrificio della sicurezza dei lavoratori. La storia del movimento operaio in questo paese si è basata, in gran parte, sugli svantaggi di consentire alle imprese di prosperare con un puro motivo di profitto. Oggi, le aziende vengono ispezionate per le loro azioni globali, osservando come trattano i loro dipendenti e l'ambiente in tutto il mondo mentre fanno affari.