Come calcolare il tasso di turnover dei dipendenti su base annua

Capire la velocità con cui i dipendenti lasciano la tua azienda può sembrare semplice, e lo è. Il tasso di turnover dei dipendenti influisce sul benessere di un'organizzazione. Offre approfondimenti sull'efficienza gestionale, sull'efficacia della formazione e sui livelli di soddisfazione dei dipendenti. Sostituire i dipendenti è un compito costoso, quindi abbassare il tasso di turnover dei dipendenti si traduce in una significativa riduzione dei costi.

Nozioni di base sul fatturato dei dipendenti

Il tasso di turnover dei dipendenti è la percentuale della forza lavoro di un'organizzazione che lascia durante un dato periodo e deve essere sostituita. Sono incluse sia le separazioni volontarie che quelle involontarie. I tassi di turnover dei dipendenti variano da un settore all'altro. Ad esempio, le società di vendita al dettaglio e di servizi di ristorazione di solito hanno tassi di turnover relativamente più elevati rispetto alle aziende manifatturiere. Uno dei motivi è che in genere si affidano a lavoratori part-time e studenti che alla fine passano ad altri lavori. In genere, le posizioni che richiedono alti livelli di abilità e responsabilità hanno tassi di turnover inferiori.

I costi del fatturato dei dipendenti

L'importanza del tasso di turnover dei dipendenti è chiaramente evidente se si considerano i costi. La sostituzione di un lavoratore non qualificato costa dal 30% al 50% dello stipendio annuale del lavoratore. All'estremo opposto, ricoprire una posizione di supervisione o tecnica costa dal 100% al 150% dello stipendio annuale. Un datore di lavoro deve spendere soldi per reclutare nuovo personale. Poi ci sono i costi di assunzione e formazione. Altri dipendenti potrebbero essere sovraccarichi di lavoro e ricevere una retribuzione per gli straordinari, fino a quando una sostituzione non sarà pronta. Fino a quando tutti questi requisiti non saranno soddisfatti, è probabile che la tua azienda subisca una diminuzione della produttività, una qualità ridotta e un servizio clienti poco brillante.

Calcolo del tasso di turnover dei dipendenti

Quando si sceglie di calcolare il tasso di turnover dei dipendenti per un anno, è necessario raccogliere alcune informazioni specifiche per i 12 mesi precedenti. Innanzitutto, è necessario il numero totale di separazioni avvenute durante l'anno. Successivamente, calcola il numero medio di dipendenti della tua azienda. Per calcolare questa media, aggiungi il numero di dipendenti all'inizio dell'anno al numero alla fine e dividi per due. Ad esempio, se hai iniziato con 100 dipendenti e hai terminato l'anno con 120, somma queste cifre e dividi per due. La media è di 110 dipendenti.

Dividi le separazioni totali per il numero medio di dipendenti e moltiplica la risposta per 100 per convertirla in percentuale. Supponiamo di aver perso 33 dipendenti negli ultimi 12 mesi su una forza lavoro media di 110. Dividi 33 per 110 e moltiplica per 100 per ottenere un tasso di turnover dei dipendenti del 30%.

Riduzione del fatturato dei dipendenti

Un recente caso di studio di un tentativo riuscito di ridurre il turnover dei dipendenti da parte di Movenpick Resort evidenzia due aree specifiche che i datori di lavoro dovrebbero affrontare: l'efficacia della formazione e della comunicazione. I datori di lavoro dovrebbero esaminare i loro dipendenti migliori per stabilire le caratteristiche che rendono una potenziale nuova assunzione una buona misura. La formazione dovrebbe essere incentrata sui dipendenti con i supervisori che agiscono principalmente come mentori.

I datori di lavoro devono stabilire una comunicazione bidirezionale in modo che il dipendente sia un partecipante attivo piuttosto che qualcuno che riceve solo istruzioni. Questi sforzi non dovrebbero interrompersi quando l'orientamento iniziale e la formazione sono stati completati. La direzione dovrebbe rendere la formazione e la comunicazione efficaci funzionalità continue per tutto il tempo in cui un dipendente è con l'azienda.