Come funziona un trust semplice?

I fondi fiduciari possono svolgere un ruolo significativo nella pianificazione patrimoniale, soprattutto per le persone con una grande quantità di beni. I trust semplici consentono ai donatori e ai donatori di distribuire parti dei loro beni sia prima che dopo la loro morte. I diversi tipi di trust semplici disponibili consentono di selezionare e scegliere in base alle circostanze individuali di una persona e ad eventuali cambiamenti o sviluppi previsti in futuro.

Fondi fiduciari

Le persone che desiderano condividere i benefici finanziari dei beni o dei beni accumulati con un altro (o altri) possono creare un fondo fiduciario a nome di quella persona. Un conto di un fondo fiduciario o di un fondo fiduciario richiede un fiduciario designato che sia responsabile della distribuzione dei fondi ai beneficiari o destinatari indicati. I fondi fiduciari sono disponibili in diversi tipi per servire a scopi diversi. In termini di tassazione, il tipo di trust coinvolto determina le leggi fiscali applicabili. Un semplice trust esiste molto spesso nei casi in cui un genitore o un nonno lascia una parte del suo patrimonio a un figlio o ad un altro parente.

Trust semplici e complessi

I fondi fiduciari rientrano in una delle due categorie in termini di struttura: semplici e complessi. La differenza tra i due ha a che fare con quando e come avvengono le distribuzioni di asset. Con un semplice trust, i beneficiari possono ricevere interessi accumulati da un conto del fondo solo fino a quando non è trascorso un periodo di tempo stabilito. Una volta trascorso il periodo di tempo, i beneficiari hanno accesso sia al capitale che agli interessi in un conto. Con un trust complesso, i beneficiari possono ricevere sia il capitale che gli interessi finché esiste il trust, sebbene un trust complesso in genere includa condizioni per i periodi di tempo e gli importi di distribuzione.

Tipi

Un semplice accordo di trust può esistere come un trust vivente che inizia durante la vita del concedente o come un trust post-morte che inizia dopo la morte del concedente. Come parte di un piano patrimoniale, le disposizioni per un trust post-morte apparirebbero nel testamento di una persona. Quando si mette insieme un accordo di trust, il concedente può scegliere di rendere i termini del trust revocabili o irrevocabili. Con un trust revocabile, il concedente può modificare i termini dell'accordo durante la sua vita, mentre i trust irrevocabili rimangono così come sono per la vita del trust. I concedenti che optano per un trust irrevocabile devono anche trasferire la proprietà dei beni a un fiduciario designato.

Effetti

Un genitore o un nonno che desidera concedere a un figlio l'accesso a una certa somma di denaro può utilizzare un semplice fondo fiduciario per garantire che il denaro duri per un periodo di tempo predeterminato. Ciò è utile nei casi in cui un bambino o un parente ha abitudini di spesa frivole e probabilmente sprecherà i soldi prematuramente. Quando si crea un trust semplice, possono essere applicate delle tasse per i trust che includono beni di proprietà. Ogni stato determina le proprie leggi fiscali, sebbene alcuni stati richiedano commissioni di trasferimento ogni volta che qualcuno trasferisce beni in un conto di un fondo fiduciario. In effetti, il trust diventa un'entità separata, che può aiutare a ridurre i costi fiscali complessivi, ma viene fornito con una propria serie di requisiti e commissioni fiscali. Inoltre, un concedente che si assegna a trustee può perdere molti dei risparmi fiscali disponibili quando le attività vengono trasferite in un conto del fondo.