Perché i bonus sono tassati così alti?

Un bonus è un reddito guadagnato come un salario o uno stipendio ed è tassato alla stessa aliquota . I dipendenti possono far notare che l'importo percentuale delle tasse trattenute da un bonus è maggiore dell'importo prelevato dalle normali buste paga. Entrambe queste affermazioni sono corrette, nonostante l'apparente contraddizione. In qualità di datore di lavoro, dovresti sapere come vengono tassati i bonus. Ciò ti consentirà di rispondere alle domande dei tuoi dipendenti sulle tasse sugli assegni bonus e di chiarire qualsiasi confusione.

Bonus come salari supplementari

I datori di lavoro pagano bonus per fornire incentivi ai lavoratori e per premiare i dipendenti stimati per prestazioni superiori. Molte aziende seguono questa pratica perché un bonus è un modo comprovato per reclutare, trattenere e motivare le persone. Un bonus è denaro pagato in aggiunta al normale salario o stipendio di un dipendente . L'Internal Revenue Service classifica i bonus come salari supplementari , simili alle commissioni.

Potresti chiederti: qual è la differenza tra una commissione e un bonus? In poche parole, una commissione è un compenso basato sulle vendite. Ad esempio, un venditore che riceve una commissione del 2% può aspettarsi un extra di $ 20 sul suo prossimo stipendio per ogni $ 1.000 che vende.

La retribuzione supplementare comprende anche premi, premi, indennità di fine rapporto, indennità di straordinario, pagamento per congedo di malattia accumulato e aumenti retributivi retroattivi. Tutti i salari supplementari sono tassati allo stesso modo della paga normale. Quando un dipendente presenta la sua dichiarazione dei redditi, i salari supplementari vengono aggregati insieme alla retribuzione regolare e sono soggetti alle stesse tasse e aliquote fiscali. Cioè, i bonus e altri stipendi supplementari sono soggetti all'imposta federale sul reddito, all'imposta sulla previdenza sociale, alle tasse Medicare e a qualsiasi imposta sul reddito statale o locale applicabile.

Ritenuta fiscale dell'assegno bonus

I datori di lavoro devono trattenere le tasse sui salari sui bonus, proprio come fanno sui normali stipendi. Tuttavia, si applicano alcune regole speciali dell'IRS. Esistono due approcci che i datori di lavoro possono utilizzare per calcolare le ritenute alla fonte sui salari supplementari: il metodo aggregato e il metodo percentuale . Se un datore di lavoro utilizza il metodo aggregato, il bonus viene semplicemente aggiunto alla retribuzione o allo stipendio regolare del dipendente. Le imposte sui salari vengono quindi calcolate sull'intero importo.

L'aliquota di ritenuta fiscale sui salari può essere superiore a quella a cui il dipendente è abituato. Questo perché le tasse federali sulla retribuzione extra di qualsiasi tipo vengono trattenute all'aliquota fiscale più alta applicabile a qualsiasi compenso del dipendente.

Il metodo percentuale per calcolare le tasse sul pagamento dei bonus è popolare tra i datori di lavoro perché è molto semplice. La retribuzione del bonus è tassata a un tasso fisso. A partire dal 2019, questa "aliquota fiscale aggiuntiva" era del 22%. Tieni presente che l'aliquota fiscale bonus si applica solo alla ritenuta fiscale sui salari e non ha alcun effetto su come verrà calcolata la responsabilità fiscale del dipendente al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi. Ai bonus di $ 1 milione in un anno e su qualsiasi importo superiore a $ 1 milione viene applicata un'aliquota fiscale speciale del 37%.

Calcolo dell'aliquota fiscale bonus

Per garantire la precisione, è necessario utilizzare un programma software di calcolo dell'aliquota fiscale bonus per l'elaborazione delle buste paga. Tuttavia, l'utilizzo del metodo percentuale è molto semplice. Moltiplica l'importo lordo del bonus per il 22 percento. Successivamente, moltiplica l'importo lordo per il 7,65% per calcolare le tasse di previdenza sociale.

Se i guadagni dall'inizio dell'anno del dipendente hanno superato il massimo annuo della ritenuta previdenziale, utilizzare invece l'1,45%, in modo da trattenere solo l'imposta Medicare. Se il dipendente ha già guadagnato più di $ 200.000, detrarre lo 0,9% per l'imposta Medicare aggiuntiva.

Supponi di pagare a un dipendente un bonus di $ 2.000. Moltiplicare $ 2.000 per il 22 percento per calcolare l'importo della ritenuta fiscale federale sul reddito di $ 440. Moltiplicare per il 7,65% per calcolare le tasse di sicurezza sociale e Medicare di $ 153. Questo ammonta a $ 593 in ritenuta fiscale sui salari, quindi il dipendente riceve $ 1.407, meno eventuali imposte sul reddito statali o locali.

Aliquota fiscale federale sul reddito e aliquota fiscale bonus

Quando le tasse vengono trattenute sulla retribuzione regolare di un dipendente, una parte del reddito non viene tassata a causa delle ritenute alla fonte e di altre esclusioni. Inoltre, gli stipendi di molti lavoratori sono soggetti ad aliquote fiscali federali massime del 10 o 12 percento. Al 22 percento, l'aliquota fiscale del bonus è più alta e si applica all'intero importo del bonus senza esclusioni. Questo è il motivo per cui sembra che i bonus siano tassati a tassi più elevati.