Esempi di transazioni commerciali esplicite e implicite

Le transazioni commerciali implicite ed esplicite si riferiscono ai costi di opportunità e alle spese in contanti di un'azienda. Un'azienda sostiene costi espliciti da una varietà di fonti, tra cui l'assunzione di lavoratori e l'acquisto di attrezzature di produzione. I costi impliciti sono più difficili da quantificare perché questi costi non rappresentano scambi fisici di denaro contante per beni e servizi.

Definizione esplicita dei costi

I costi espliciti nel business includono tutte le transazioni relative a fattori di produzione utilizzati da una data azienda. Il pagamento di costi espliciti richiede sempre che un'azienda spenda denaro. Se la società non spende denaro per determinati fattori di produzione, tali fattori non sono costi espliciti ai fini delle transazioni commerciali.

I costi espliciti possono anche essere variabili o fissi, a seconda di come cambiano questi costi quando l'azienda aumenta la produzione. I costi fissi non cambiano all'aumentare della produzione dell'azienda, mentre i costi variabili possono variare all'aumentare della produzione aziendale.

Esempi di costi espliciti

I costi espliciti di un'azienda possono includere salari dei dipendenti, pagamenti effettuati per l'acquisto di materie prime, canoni di locazione / mutui aziendali e commissioni relative all'acquisto di attrezzature di produzione. Di questi costi espliciti, un'azienda considera i pagamenti dell'affitto / mutuo e il costo di acquisto delle attrezzature di produzione come costi fissi.

I costi espliciti variabili includono i salari dei dipendenti perché il costo del pagamento dei lavoratori aumenta man mano che l'attività aumenta la produzione. Anche i costi di manutenzione delle attrezzature e i pagamenti delle utenze per i punti vendita al dettaglio possono aumentare man mano che un'azienda aumenta i livelli di produzione.

Definizione dei costi impliciti

I costi impliciti rappresentano i costi opportunità che utilizzano le risorse interne di un'azienda senza alcun compenso esplicito per l'utilizzo di tali risorse. I costi impliciti sono costi opportunità perché l'azienda rinuncia a qualsiasi possibilità di guadagnare denaro per consentire ai consumatori o ad altre società di acquistare tali risorse interne.

Un'azienda non registra costi o transazioni impliciti a fini contabili perché nessun denaro cambia di mano. I costi o le transazioni impliciti rappresentano solo la perdita di reddito potenziale e non l'effettiva perdita di profitti. Un'azienda può ancora scegliere di includere i costi impliciti come costi per fare affari, perché questi costi rappresentano potenziali fonti di reddito.

Esempi di costi impliciti

Un imprenditore che sceglie di lavorare per la sua azienda senza percepire uno stipendio rinuncia all'opportunità di guadagnare un giusto salario per le sue capacità e talenti imprenditoriali. Lo stipendio dell'imprenditore è un costo implicito. Nel caso di una piccola impresa, è comune che un proprietario rinunci a uno stipendio nei primi giorni dell'azienda. Ciò riduce l'onere dei costi per l'azienda e offre maggiori possibilità di massimizzare le entrate durante l'inizio dell'azienda, quando ogni dollaro è fondamentale per sostenere il successo.