Esempi di costi diretti e indiretti

I costi diretti e indiretti sono concetti contabili che ti aiutano a separare le spese che fluttuano, in relazione alla quantità di affari che effettui, e i costi che rimangono per lo più gli stessi, sia che tu venda un articolo o mille. I costi diretti sono considerati diretti perché le spese sostenute vanno direttamente nei prodotti o servizi che vendi. I costi indiretti sono indiretti perché descrivono elementi necessari per la gestione della tua attività ma non necessariamente per la produzione dei tuoi prodotti.

Mancia

Gli esempi più ovvi di costi diretti sono i materiali utilizzati per produrre gli articoli che vendi e il lavoro necessario per crearli. Affitto, utenze e buste paga sono esempi di costi indiretti.

Esempi di costi diretti

Gli esempi più ovvi di costi diretti sono i materiali utilizzati per produrre gli articoli che vendi e il lavoro necessario per crearli. Se produci vestiti, la quantità di tessuto e filo che usi varierà direttamente in proporzione al numero di camicie che realizzi. Anche se vendi al dettaglio articoli prodotti da un'altra azienda, la quantità di inventario che acquisti varierà in relazione al numero di articoli che vendi. Allo stesso modo, pagherai i tuoi dipendenti per un numero di ore maggiore se fanno 200 camicie rispetto a quando ne fanno 20.

Esempi di costi indiretti

L'affitto che paghi per la tua struttura è un costo indiretto perché non varia in base al volume delle tue vendite. Anche i costi delle utenze che devi sostenere per mantenere la tua attività sono considerati costi indiretti, perché devi tenere le luci accese e le stanze riscaldate indipendentemente dal fatto che la tua attività sia fiorente o in difficoltà. Anche le buste paga per il personale d'ufficio che tiene traccia delle buste paga è un costo indiretto, perché entra nelle operazioni generali, piuttosto che negli articoli specifici che vendi per generare entrate.

Costi che rientrano nelle aree grigie

Sebbene la distinzione tra costi diretti e indiretti sia utile per la contabilità, raramente è netta nelle situazioni del mondo reale. Molti costi indiretti, come i servizi pubblici, in realtà oscillano leggermente rispetto al volume delle vendite. Userai più elettricità o acqua se produci più scorte. Tuttavia, la correlazione tra il wattaggio che utilizzi ei prodotti che realizzi è praticamente impossibile da districare, a differenza della correlazione tra materiale prodotto e camicie cucite.

Molti costi diretti non sono del tutto diretti. Se gestisci un ristorante, devi mantenere un livello minimo di personale, sia che tu serva i clienti tutta la notte o anche se nessuno dei commensali è entrato dalla tua porta. Anche le economie di scala offuscano la distinzione. Sebbene tu debba sostenere maggiori spese per il personale se produci un volume maggiore, spesso spendi meno in manodopera per unità, più produci.

È impossibile scoprire tutte queste sfumature quando si tengono i libri, ma è comunque importante tenere presente che la distinzione tra costi diretti e indiretti è raramente chiara e diretta.